Real Academia de España: “Upfront”, Fotogiornalisti di Guerra”

La mostra fotografica UPFRONT curata da Ramiro Villapadierna, direttore dell’Istituto Cervantes de Praga, rimarrà esposta fino al 31 Marzo presso la Real Academia de España.

Settantaquattro immagini, tre video, una colonna sonora, un libro e una poesia sul lavoro dei più importanti fotoreporter ispanici di guerra, compongono UPFRONT. La mostra non rappresenta un’esposizione meramente visiva ma, come spiega lo stesso curatore Ramiro Villapadierna, “è stata concepita in modo esperienziale, con l’intenzione di riprodurre sensazioni o situazioni che i reporter vivono abitualmente”.

Una stanza fredda e buia accoglie i visitatori: grandi quadri appesi al soffitto, fotografie, senza cornice, sembrano balzare sullo spettatore. L’oscurità è interrotta solo da sporadici spari flash su una colonna sonora speciale che riporta ai suoni di guerra, una composizione musicale di Mariano Lozano creata appositamente per lo spettacolo. Le fotografie sono disposte creando dialoghi immaginari tra di loro. Un legame comune collega tutti i lavori: “il dolore”, che, come afferma la fotografa Sandra Balsells, “è l’unica cosa che non è cambiata attraverso la storia e la geografia”.

Gli argentini Rodrigo Abad e Natacha Pisarenko, la colombiana Ariana Cubillos, il peruviano Esteban Felix e gli spagnoli Pep Bonet, Manu Brabo, Olmo Calvo, Sergio Caro, Jose Colon, Luis de Vega, Raul Gallego Abellan, Ricardo Garcia Vilanova, Diego Ibarra Sanchez, JM Lopez, Andoni Lubaki, Catalina Martin-Chico, Andres Martinez Casares, Maysun, Alfonso Moral, Rafael S. Fabrés, Miguel Angel Sanchez, Guillem Valle e Alvaro Ybarra Zavala, sono i protagonisti di questa storia.

Ingresso gratuito.

IndirizzoReal Academia de España – Piazza San Pietro in Montorio, 3, 00153 Roma