Tag : Romania

Intre bancile de scoala ia nastere ziarul italian-roman “Il Binario”

“Un voiaj impreuna pentru a cunoaste si a descoperi o tara si un popor apropiat noua , cu multe asemanari, o ocazie pentru o mai buna convietuire”. Cu aceste cuvinte , Gina Dumitriu, responsabila si ideatoare, defineste ziarul bilingv “…

Tra i banchi di scuola nasce il giornale italo-romeno “Il Binario”

Un’immersione nella cultura romena tra le rubriche d’autore, gli articoli dedicati alla Romania e le interviste ai ragazzi G2

ProCult: la Romania al cinema

Luoghi incontaminati, un’umanità variopinta e lo scontro tra un passato ingombrante e un futuro diverso.

Testimoni di Geova rumeni

La comunità straniera dei testimoni di Geova, una religione che parla la lingua di tutti

Parlare un’altra lingua, venire da un’altra cultura ma credere nella stessa religione: la comunità straniera dei testimoni di Geova a Roma.

Passione e determinazione: le note della giovane Valeria Cristea al Propatria Festival

Musica, sport, arte ma soprattutto tanti talenti quelli che si sono esibiti sul palco del Teatro Golden di Roma.

Le badanti romene che salvano i nostri nonni

Olga viene dalla Romania, non ha neanche un giorno di riposo perché lavora come badante a viale delle Province per mandare i soldi a casa.

Romancute in bucatarie: nostalgia, sapori e musiche della Romania

Alla scoperta della comunità rumena a roma partendo dai suoni e dai sapori tradizionali.

Mama cand te intorci? Ai spus ca nu o sa stai mult

Mama, cand te intorci? Ai spus ca nu o sa stai mult

Fie sa piarda casa, fie sa lucreze intr-o alta tara? In 2011 Geanina a ales a doua varianta, fiul sau Andrei a ramas in Romania cu bunica

Mamme straniere - la storia di Geanina

Mamma quando torni? Avevi detto che era solo per poco

Mamme straniere costrette a lasciare i propri figli per lavorare. Gianina è una di loro e spera che un giorno potrà finalmente tornare da Andrej

Mărțișor 2016 Roma: la tradizione romena dell’arrivo della primavera

Martisor 2016: l’antica tradizione della primavera romena a Roma. Composto da fili intrecciati a forma di otto di colore bianco e rosso il martisor viene regalato il 1 marzo alle donne come segno di amore gratuito.