23.01: Mattino d’inverno con cadavere di László Darvasi

Giovedì 23 gennaio, alle ore 18 all’Accademia di Ungheria in via Giulia 1, verrà presentata la raccolta di racconti Mattino d’inverno con cadavere di László Darvasi. 

L’evento è parte del progetto Europa in circolo. Incontri con scrittori europei contemporane. Il progetto è organizzato ad opera dell’associazione degli istituti culturali europei (EUNIC), iniziato l’anno passato. Sarà presente anche l’autrice per Insula Europea Cinzia Franchi, laureata all’università La Sapienza in Lingua e Letteratura Ungherese. 

L’iniziativa è rivolta sia ai circoli di lettura, sia al pubblico medio, sia italiano che straniero. Nasce allo scopo di ampliare la conoscenza reciproca delle culture e delle lingue nazionali europee e alleggerire gli scambi letterari anche internazionalmente. 

Per questa seconda edizione del progetto, l’ospite scelto è lo scrittore László Darvasi. Poeta, romanziere e giornalista ungherese che si presenta in Italia con l’opera Mattino d’inverno con cadavere. Una raccolta di racconti crudi, melanconici, immersi in una quotidianità grigia e banale che fa emergere in tutta la sua orrenda familiarità l’odio dell’uomo per gli altri e sé stesso. Non esistono relazioni, né di sangue né affettive, che possono offrire conforto e fiducia, e nemmeno la fede viene in soccorso ai cinici personaggi. Nel cosmo di László Darvasi non esistono l’utile, il benefico e il bello: un cosmo grigio, decadente, nichilista, dove non esistono progetti a lungo termine, idealismi e speranza. Darvasi ci guida alla scoperta di questo mondo freddo e inospitale, e mette a nudo una volta ancora, che “la vita umana non è altro che una faccenda di sopportazione e sopravvivenza”.