9.06: Modernità nei Balcani

Mercoledì 9 giugno, dalle ore 18.00 alle ore 19.30, incontro di approfondimento sul libro “Modernità nei Balcani. Da Le Corbusier a Tito”, organizzato presso l’auditorium del MAXXI, in collaborazione con Lettera Ventidue.

Architetture moderne (da Pixabay)

L’incontro si colloca nell’ambito del progetto “Più grande di me. Voci eroiche dalla ex Jugoslavia”, la mostra dedicata alla lettura della storia dei Balcani attraverso i suoi eroi contemporanei, ed è dedicato al libro di Lorenzo Pignatti. L’opera, realizzata al termine di una serie di viaggi e studi svolti nell’area negli ultimi decenni, si sostanzia in un’analisi della cultura urbana e architettonica balcanica del Novecento, di cui viene riscoperta la modernità.

Il libro di Pignatti indaga le ragioni di tale modernità, proponendo un viaggio nella storia e nell’architettura: il punto di partenza è il Voyage d’Orient di Charles-Edouard Jeanneret del 1911, il Le Corbusier che per primo colse l’originalità delle architetture balcaniche; l’arrivo è la politica culturale di Josip Broz Tito, leader socialista della Jugoslavia, che ha favorito il percorso verso la modernità sviluppatasi nel secondo dopoguerra.

Gli ospiti:
• Zoran Djukanović, dell’Università di Belgrado
• Rosario Pavia, dell’Università G. D’Annunzio di Chieti-Pescara
• Lorenzo Pignatti, dell’Università G. D’Annunzio di Chieti-Pescara
• Marida Talamona, dell’Università Roma 3

Modalità di partecipazione
Ingresso libero fino ad esaurimento posti.