"Suona francese" da Roma attraversa tutta l’Italia

Oltre 130 concerti in più di 40 città italiane, dalle sale dell’Auditorium di Roma al porto di Genova, passando per Firenze, Milano, Bologna, Catania e tante altre ancora. Questi sono i numeri della sesta edizione di Suona Francese, festival nato per sostenere i nuovi talenti musicali d’Oltralpe e farli conoscere oltre i confini francesi.

Come nelle precedenti rassegne, la volontà degli organizzatori è quello di creare un ponte tra Francia e Italia attraverso un programma molto ricco di ogni genere musicale. Dall’ emergente indie pop alla musica classica, dalla colorata musica funk al criptico jazz moderno.

L’inizio del festival è stato a Torino il 2 aprile con il duo Brigette e terminerà la prima settimana di luglio a Firenze con il Festival au désert / presenze d’Africa, in cui suoneranno, tra gli altri, il polistrumentista Aziz Sahmaoui, il cantautore “world” Piers Faccini e il balafonista Lansiné Kouyaté. Al centro di questo percorso si incroceranno i linguaggi elettronici di giovani artisti come Zombie Zombie e Woodkid, la musica di ricerca di Olivier Latry, Shanti di JC Eloy e Le noir de l’Etoile, il jazz sperimentale dei Papanosh, il pop/rock alternativo dei Watcha Clan e l’originale tributo a Léo Ferré nell’incontro tra i Tête de Bois e noti cantautori francesi ed italiani.

Tra gli altri obiettivi della liaison italo-francese, anche quest’anno, saranno centrali lo scambio culturale e la formazione pedagogica proposta negli oltre sessanta concerti all’interno dei principali Conservatori Italiani, in collaborazione con le più importanti accademie musicali francesi, attraverso un calendario ricchissimo in cui spicca l’omaggio al compositore Francis Poulenc in occasione del cinquantesimo anniversario della morte.

Nella Capitale, gli appuntamenti, quindici quest’anno, si concentreranno, per lo più, al Parco della Musica, che ha ospitato anche nell’edizioni precedenti i principali eventi della rassegna. Il primo concerto a cui si potrà assistere andrà in scena l’11 aprile nella sala Sinopoli dove suonerà Yoann Lemoine, in arte Woodkid. Il cantante e regista nativo di Lione, si esibirà in una performance di musica elettronica tratta dall’ultimo album The Golden Age. I riflettori poi si sposteranno sulla Juniororchestra di Santa Cecilia che, nella splendida cornice di palazzo Farnese, daranno vita ad un concerto di musica classica. Infine martedì 25 luglio si esibiranno contemporaneamente i Watcha Clan e le Ri_percussioni rispettivamente in perfomances rock pop ed elettronico.

Per il programma completo visita il sito di Suona Francese 2013

Adriano Di Blasi
(3 aprile 2013)