Un film per conoscere il lavoro oggi e l’immigrazione

Il regista Andrea Segre parla del suo film, che fa conoscere la realtà dell’industria pesante, in cui lavorano tanti operai stranieri

Corso di giornalismo Piuculture-Be Free, un progetto al femminile

Dopo Infomigranti e il progetto "Il silenzio che offende", parte un nuovo laboratorio di giornalismo sociale di Piuculture con Be Free

Paul Laverty, sceneggiatore di “Yuli”: “la Cuba sconosciuta”

"Yuli – Danza e libertà" uscirà nelle sale italiane il 17 ottobre, proprio nella settimana in cui si celebra anche il Giorno della Cultura Cubana.

Ripa dei Settesoli: l’inclusione sociale senza distinzioni

“Ripa dei Settesoli” offre non soltanto una Casa di accoglienza ma anche servizi essenziali ai fini del reinserimento sociale

L’alfabeto delle parole che ci mancano: “n” di normalità

L'alfabeto delle parole che ci mancano: la docente Oana Boșca-Mălin, rumena, e lo storico Luciano Zani, italiano parlano di "normalità".

Te siento Tango: quando il ballo diventa una ragione di vita

“L’emigrazione italiana in Argentina era diversa: si trattava di gente che era disposta a lavorare duramente e che ha costruito un paese", Zotto

Questione curda e USA: un abbandono che si ripete

Come e quando nasce la questione curda? E qual è il ruolo degli USA? Una storia lunga e un abbandono che si ripete.

Legge sulla cittadinanza, tappe del passato e prospettive future

Una nuova legge sulla cittadinanza ha una storia lunga 16 anni: le tappe del passato e le prospettive future verso ius soli e ius culturae.

Leone Moressa: Rapporto 2019 sull’economia dell’Immigrazione

Presentato a Roma il nono Rapporto sull'economia dell'Immigrazione realizzato dalla Fondazione Leone Moressa.

L’alfabeto delle parole che ci mancano: “a” di armonia

Fare comunicazione con le parole di cui ha bisogno la democrazia. Di "armonia" parlano gli artisti Mhanaz Esmaeli, iraniana, e Mario Bambagini, italiano.

Imparare l’italiano giocando a calcio. Il progetto Paideia

Superare l’insicurezza quando si parla una lingua diversa, imparando a comunicare con il compagno di squadra e con l’avversario, dentro e fuori il campo sportivo”.

Activate Talks: giovani insieme contro l’hate-speech

Agli Activate Talks giovani italiani, migranti e rifugiati impegnati in prima linea, dentro e fuori la rete, in progetti di contrasto all’hate speech

In Romana