Alleanza fra stranieri immigrati e italiani per un’Italia migliore

Il 25 e il 26 marzo a Roma la prima Conferenza Nazionale del PD sulla “Convivenza Civile per un’Italia migliore, per una Alleanza fra Italiani e Stranieri Immigrati”. Da oltre un anno il Pd ha promosso la nascita di un Forum Nazionale Immigrazione ( www.immigrazione.forumpd.it ), con decentramenti regionali e locali, aperto anche a non iscritti al partito. Sono stati realizzati tre incontri nazionali che hanno coinvolto rappresentanti di comunità straniere, amministrazioni locali, sindacati, scuole e univiversità, aziende, provenienti da tutta Italia per discutere ed elaborare delle proposte politiche e culturali. Nell’ultimo incontro del 26 febbraio scorso a Roma si sono succeduti oltre 40 interventi prima di quelli conclusivi del Senatore Livi Bacci e di Livia Turco. I numerosi partecipanti hanno affrontato aspetti molto diversi: dalla richiesta di una maggiore e reale partecipazione attiva di italiani e stranieri nel partito – sia come singoli che  come associazioni -, nella società, nella Politica nazionale e locale, alla necessità di aggiornare e formare meglio gli stessi dirigenti e amministratori del Centro Sinistra sul tema delle migrazioni e della convivenza nella società multietnica, alla possibilità.

Punto molto discusso è risultato quello della politica delle “quote” programmate di immigrazione: se prevederle, come e in quali dimensioni.

Argomenti su cui si è riscontrata la massima convergenza:
1. L’immigrazione da affrontare come questione trasversale e non solo sociale o di sicurezza, con la valorizzazione delle G2, Seconde Generazioni
2. Il Diritto di Voto amministrativo
3. La Cittadinanza per chi è nato in Italia
4. La Lingua Italiana come diritto dovere
5. La Valorizzare delle Buone Pratiche locali oltre i modelli europei di integrazione, in crisi
6. Il rilancio delle Consulte o Commissioni Immigrati territoriali
7. I Coordinamenti istituzionali nazionali e locali degli  Assessorati  all’Immigrazione
8. Il rilancio della  Cooperazione Internazionale 
9.  Il coordinamento della politica italiana con quella dell’Unione Europea.
La Conferenza Nazionale di fine marzo inoltre lancerà la proposta di dedicare il 13 aprile ad una mobilitazione nazionale per il Diritto di Cittadinanza.

La Conferenza Nazionale del PD, analogamente alla precedente mobilitazione per i migranti il 1 marzo, avranno però da fare i conti, immediati e futuri , con la più grande novità internazionale in atto che richiederà comunque a tutti, singoli, associazioni, partiti, sindacati, aziende, istituzioni, un adeguamento di analisi e di reazioni  appropriate : i sommovimenti del Mondo Arabo in NordAfrica e in parte del MedioOriente.  Saranno e saremo capaci a Roma, in Italia, in Europa e in tutto l’Occidente di interpretare velocemente e correttamente questa grande novità sociopolitica e culturale per elaborare nuove iniziative su diverse scale, dal quartiere alla città, dalla scuola all’azienda, dall’ emergenza locale alla cooperazione internazionale ?

Guido Palumbo
(26 febbraio 2011)