Biblioteche poliglotte

Gabriella Sanna è la responsabile del Servizio Intercultura delle Biblioteche di Roma, impegnato da molti anni a favore dell’integrazione tra italiani e stranieri e per lo sviluppo del dialogo tra culture diverse.

Le attività culturali. Il Servizio Intercultura gestisce diversi progetti: “Biblioteche in lingua”, servizi multilingue dedicati a stranieri e italiani, adulti e bambini; “L’italiano in biblioteca”, corsi rivolti a tutti i migranti con particolare attenzione a chi ha esigenze linguistiche o socio-culturali specifiche, con esame finale che consente il rilascio del CELI (CErtificato di Lingua Italiana) dell’Università di Perugia; “Storie del mondo”, progetto rivolto alle scuole che coinvolge le classi nella lettura di testi scelti di letteratura africana, araba, latinoamericana, cinese, indiana e di migranti che scrivono in italiano; infine, la gestione del portale Roma Multietnica, la più importante “piazza virtuale”, come la definisce la Sanna, “che unisce le informazioni sulle attività culturali, artistiche e commerciali delle comunità straniere” a Roma.

Il progetto Biblioteche in Lingua, nato nel 2008 con la biblioteca Elsa Morante del Municipio XIII (Lido di Ostia), “vive grazie al lavoro dello staff multilingua del Servizio Intercultura e di mediatori culturali stranieri, che insieme si occupano sia degli eventi che delle bibliografie, delle traduzioni e traslitterazioni”. Il progetto ha un valore anzitutto simbolico: “intendiamo valorizzare il riconoscimento delle culture e consideriamo le lingue e il bilinguismo ricchezze da salvaguardare”. Tra le 35 biblioteche di Roma, ne sono state scelte 16 (v. elenco) in base a criteri “che definiscono una migliore accoglienza per i migranti, tra cui: le dimensioni, la presenza più marcata di comunità nella zona, la possibilità di ospitare eventi. Per questo ritengo molto importanti la biblioteca Morante, la Franco Basaglia a Primavalle, la Guglielmo Marconi sulla Portuense e la biblioteca Europea” nel quartiere Salario, che è una delle tre biblioteche del Comune presenti sul territorio del Municipio II, insieme a Villa Leopardi (quartiere Trieste) e alla biblioteca Flaminia (quartiere Flaminio).

Le biblioteche del Municipio II. Villa Leopardi fornisce libri in lingua inglese e spagnola. Più che altro “è adatta per organizzare concerti ed eventi all’aperto, ma queste sue peculiarità musicali, avendo anche un patrimonio in cd molto importante, non sono ancora state sfruttate appieno”. La biblioteca Europea con la più alta fornitura di libri e varietà di lingue – albanese, bulgaro, francese, inglese, polacco, portoghese, romeno, spagnolo, svedese e tedesco – “è la biblioteca multilingue per eccellenza, ma occupandosi soprattutto di Europa occidentale e orientale può essere definita più internazionale che interculturale”. La biblioteca Flaminia fornisce libri in lingua francese, inglese, spagnola e ucraina. “Si trova in un luogo strategico, centrale sia rispetto al municipio che a Roma, svolgendo così una funzione culturale fondamentale nel territorio; inoltre è ubicata dentro una scuola con la quale collabora, quindi è molto aperta ai giovani, con i quali si organizzano presentazioni e feste”.

L’italiano in biblioteca. Le Biblioteche di Roma da due anni fanno parte inoltre della Rete Scuole Migranti: si tratta del primo sistema bibliotecario in Italia dove si fanno corsi di italiano L2 con l’affiancamento di libri in lingua. I corsi offerti sono tenuti da operatrici multilingua e per ora distribuiti in 9 biblioteche (v. elenco). “Nel II Municipio mancano ancora i corsi di italiano, non c’è stata richiesta”.

Le prossime iniziative. Previste per l’autunno 2011 tre presentazioni: una di libri in hindi presso la biblioteca Goffredo Mameli al Pigneto, in riapertura nella zona pedonale dopo più di un anno di chiusura, una di libri in spagnolo alla Flaminia e una di libri in russo presso la biblioteca Rispoli al Centro storico. Saranno circa 60 libri di letteratura russa, compresi i classici.

Alice Rinaldi
(20 luglio 2011)

BIBLIOTECHE IN LINGUA A ROMA (in ordine di Municipio)

Enzo Tortora, Municipio I – Rione Testaccio. Libri in arabo, persiano, inglese, spagnolo.

Rispoli, Municipio I – Centro storico. Libri in persiano, francese, inglese, russo, spagnolo, tedesco.

Europea, Municipio II – Salario. Libri in albanese, bulgaro, francese, inglese, polacco, portoghese, romeno, spagnolo, svedese, tedesco.

Flaminia, Municipio II – Flaminio. Libri in francese, inglese, spagnolo, ucraino.

Villa Leopardi, Municipio II – Trieste. Libri in inglese, spagnolo.

Villa Mercede, Municipio III – San Lorenzo. Libri in cinese.

Goffredo Mameli, Municipio VI – Pigneto (prossima apertura). Libri in cinese, hindi. Corsi di italiano per cinesi.

Penazzato, Municipio VI – Prenestino/Collatino. Libri in bengali, francese, inglese, spagnolo, tedesco, urdu.

Teatro Quarticciolo, Municipio VII – Palmiro Togliatti. Libri in albanese, francese, inglese, romeno, spagnolo. Corsi di italiano per stranieri.

Borghesiana, Municipio VIII – Vermicino. Libri in romeno. Corsi di italiano per stranieri.

BiblioCaffè Letterario, Municipio XI – Ostiense. Libri in persiano e spagnolo. Corsi di italiano per stranieri.

Elsa Morante, Municipio XIII – Lido di Ostia. Libri in albanese, arabo, francese, inglese, polacco, romeno, russo, spagnolo. Corsi di italiano per stranieri.

Guglielmo Marconi, Municipio XV – Marconi Arvalia Portuense. Libri in arabo, francese, inglese, polacco, spagnolo. Corsi di italiano per sole donne.

Valle Aurelia, Municipio XVIII – Aurelio. Libri in polacco, spagnolo.

Franco Basaglia, Municipio XIX – Primavalle. Libri in francese, inglese, polacco, romeno, spagnolo. Corsi di italiano per stranieri.

Galline Bianche, Municipio XX – Labaro. Libri in romeno, spagnolo.