Online il nuovo sito dell’associazione di volontariato Piuculture

È online il nuovo sito dell’associazione di volontariato Piuculture, onlus che opera nel Municipio II di Roma per promuovere l’incontro e l’integrazione tra italiani e migranti
È online il nuovo sito dell’associazione di volontariato Piuculture, onlus che opera nel Municipio II di Roma per promuovere l’incontro e l’integrazione tra italiani e migranti

“L’idea del sito è nata dall’esigenza di rafforzare l’identità dell’associazione verso gli stakeholder: scuole, famiglie, istituzioni, volontari, sostenitori”. Così Amalia Ghisani, presidente dell’associazione di volontariato Piuculture, annuncia il nuovo sito della onlus, online all’indirizzo http://associazione.piuculture.it

Una necessità dettata dalla crescita dell’associazione: “Nell’ultimo anno scolastico abbiamo avuto 50 volontarie che hanno operato in 13 scuole del Municipio II di Roma svolgendo attività di supporto linguistico ai bambini stranieri e corsi di italiano per i genitori per un totale di circa 1500 ore di lezione. Parallelamente è aumentato il numero di contatti al giornale online rendendolo una importante fonte di informazione sull’immigrazione a Roma e una voce per i migranti che vivono nella capitale. Sul versante delle attività per l’intercultura si sono consolidate esperienze come quella della giuria del Medifilm Festival, della manifestazione Ramazza Arcobaleno, della promozione di eventi organizzati dalle comunità straniere”. Il nuovo sito ha il compito di rendere conto di tale complessità: “Gli utenti che arrivavano a noi tramite il settimanale online non capivano che si trattava di una testata prodotta da un’associazione di volontariato che cura molte altre attività”.

Grafica essenziale e pulita senza rinunciare al colore, organizzazione chiara dei contenuti e layout compatto fanno del sito uno strumento facilmente consultabile e accattivante per ottenere tutte le informazioni sulle attività dell’associazione e sulle opportunità di volontariato offerte, opportunamente distinte nei tre canali: scuola, giornale, intercultura. Le tre aree sono facilmente raggiungibili dal menù di navigazione e dalle immagini a scorrimento presenti in home page, che includono anche il link alla mappa che mostra tutte le scuole in cui è presente Piuculture. Nella pagina principale sono inoltre ospitati articoli che trattano i temi vicini all’associazione e, nella colonna destra, un’estrazione delle notizie pubblicate sul giornale online. Completano il sito materiali e normative utili per i volontari impegnati nell’insegnamento dell’italiano a stranieri, informazioni sulle modalità per sostenere l’associazione, contatti e link alla pagina facebook curata dalla redazione del settimanale online.

Il lancio del nuovo sito conclude il processo di consolidamento organizzativo che ha interessato l’associazione: “L’aumento dei soggetti che si rivolgono a noi e dei volontari che offrono la loro opera ha richiesto nuove regole e modalità gestionali chiare, per poter accogliere ulteriori sfide in modo trasparente. Tra gli obiettivi che ci poniamo per il futuro una maggiore presenza nelle scuole, perché sono sempre di più gli istituti che ci chiedono di intervenire e la valorizzazione del giornale online come modello di un giornalismo sociale poco diffuso nel nostro paese”.

In un momento di crisi e generale sfiducia nel futuro ci sono realtà che nonostante le difficoltà continuano a crescere lanciando un messaggio positivo: le cose si possono cambiare. Piuculture è tra queste. E allora non resta che accogliere l’invito presente nel video che racconta l’associazione sui versi della poesia di Gianni Rodari Una scuola grande come il mondo:

Di imparare non si finisce mai,
e quel che non si sa
è sempre più importante
di quel che si sa già.

Questa scuola è il mondo intero
quanto è grosso:
apri gli occhi e anche tu sarai promosso!

Sandra Fratticci
(16 settembre 2014)

Leggi anche: