“Niente Paura” scatta la foto con Sport Senza Frontiere

Dopo la prima lezione “teorica” sulle basi per realizzare una buona fotografia, il secondo appuntamento di Giuseppe con i ragazzi si è svolto “sul campo”. Nel vero senso della parola visto che sabato 8 febbraio i MSNA del progetto “Niente Paura” con la redazione di Piuculture hanno partecipato, nell’ambito del laboratorio di fotogiornalismo sportivo, alla giornata di “Sport in famiglia” organizzata dall’associazione Sport Senza Frontiere nei campi del centro sportivo Flaminio Real. “Scatta la foto della giornata” questo il nome del laboratorio che ha visto collaborare ragazzi stranieri e giovani italiani. E quale cornice migliore per realizzare un fotoreportage “personalizzato” per ognuno dei ragazzi presenti all’iniziativa, che la ripresa delle varie attività sportive dal touch rugby, al calcetto, dal beach volley al tiro con l’arco, dal football, allo judo alle quali hanno partecipato “atleti” in erba delle varie federazioni.

I ragazzi come la nazionale di rugby neozelandese degli All Black

In  “aula” i ragazzi Dabi, Mouctar, Mohamed, Yacouba, Yusuf e Anita che tiene alta la rappresentanza femminile del gruppo, si sono incontrati con i giovani di Sport Senza Frontiere per seguire l’introduzione di Giuseppe, fotografo e tutor, al fotoreportage: come scattare una bella foto in movimento, come cogliere l’attimo prima di un’azione o il momento preciso in cui parte il goal o si fa rete o si segnano i punti in una partita. Poi tutto il gruppo è sceso “in campo” a riprendere i vari incontri da un punto di vista personale. Anita, che si è cimentata anche con il tiro con l’arco, insieme a Dabi,  ha fatto coppia fissa con Sara che è una ragazza romana all’ultimo anno del liceo artistico e in procinto di iscriversi all’Accademia di Belle Arti, Sara era dotata di una macchina fotografica professionale. Ma anche Nemrin e Hilda hanno contribuito con le loro foto  alla realizzazione della mostra fotograficaNiente Paura” che  verrà organizzata a maggio nell’ambito del progetto. Qui un’anteprima gli scatti più belli.

Francesca Cusumano

(13 Febbraio 2020)

Leggi anche:

Sport senza Frontiere a lezione da Cammarelle

Un migrante per amico al centro estivo del Terminillo

Domicilio sportivo in un campo da calcio