#PiuPerTe: visite guidate gratuite al giardino giapponese di Roma

Visite guidate gratuite al giardino giapponese dell'Istituto giapponese di cultura a Roma
Visite guidate gratuite al giardino giapponese dell’Istituto giapponese di cultura a Roma

Con l’arrivo dell’autunno l’Istituto giapponese di cultura in Roma apre come di consueto le porte del giardino giapponese con la possibilità di prenotare visite guidate gratuite. Appuntamento in via Antonio Gramsci 74, zona Parioli.

Il giardino giapponese dell’istituto è stato realizzato dal noto architetto Ken Nakajima, che ha curato anche l’area giapponese dell’orto botanico di Roma. All’interno di possono ammirare tutti gli elementi tradizionali del giardino giapponese in stile sen’en – giardino con laghetto: il laghetto, la cascata, le rocce, le piccole isole, il ponticello e la lanterna di pietra, tôrô, proveniente da un tempio buddista. Accanto al laghetto troneggia un pino nano, simbolo di longevità e resistenza. Il giardino giapponese ospita poi diversi ciliegi che hanno nella cultura giapponese un alto valore simbolico, perché la loro fioritura, coincidente con la ripresa della scuola e del lavoro, è simbolo di rinascita. In questo periodo è tradizione fare pic-nic con gli amici e i colleghi, hanami, sotto gli alberi in fiore. Usanza diffusa anche a Roma in primavera, quando il giardino giapponese, l’orto botanico e il laghetto dell’Eur ospitano anani romani. Gli olivi presenti nel giardino non sono tipici dell’Asia, ma sono stati scelti per creare un dualismo tra Italia e Giappone. La veranda che si affaccia sul laghetto – tsuridono – è uno dei punti migliori per godere la vista del giardino.

Visitando il giardino giapponese si potranno inoltre apprezzare le caratteristiche architettoniche dell’Istituto giapponese di cultura. Progettato da Yoshida Isoya l’edificio richiama in chiave moderna le caratteristiche dello stile heian, come i pilastri sporgenti, la lunga gronda, il contrasto cromatico giocato tra bruno e bianco, le finestre a grate tradizionalmente denominate shitomi. Le rifiniture interne – dalle superfici in legno alle caratteristiche porte scorrevoli in carta – consentono di immergersi nell’autentica atmosfera della cultura giapponese.

Dal 1962 l’Istituto rappresenta il tempio della cultura giapponese a Roma, promuovendo corsi di lingua e manifestazioni culturali a ingresso gratuito come mostre, conferenze, concerti, proiezioni cinematografiche, spettacoli teatrali.
La biblioteca dell’Istituto comprende un patrimonio di oltre 32.000 volumi, ai quali si aggiungono riviste, tesi, CD e vinili di musica tradizionale e moderna e audio-cassette per l’apprendimento della lingua. Nella cineteca sono raccolti circa 140 film in versione originale con sottotitoli e circa 80 documentari sulla cultura giapponese e sull’arte, concesse in prestito a enti e associazioni senza scopo di lucro interessate a rassegne sulla cultura giapponese. Anche il patrimonio fotografico, organizzato in una decina di mostre sull’arte e le tradizioni del Giappone, può essere richiesto per finalità di scambio culturale.

Tra le rassegne attualmente in programma all’Istituto giapponese di cultura in Roma Sgargiantesobrio, mostra di artigianato giapponese contemporaneo e Cinema e mestieri, cine-viaggio tra occupazioni di ieri e di oggi.

Per consultare il calendario delle visite guidate gratuite al giardino giapponese clicca qui

Leggi anche: