Elezioni europee: immigrazione e Europa nei programmi delle liste

Come orientarsi nel voto per il rinnovo del Parlamento Europeo: le proposte dei partiti e movimenti

Il 26 maggio si vota per eleggere i deputati del Parlamento europeo spettanti all’Italia: 76 seggi su 705 totali, considerando l’uscita del Regno Unito, altrimenti 73 su 751 totali.

I cittadini di ciascuna delle 5 Circoscrizioni in cui è stata suddivisa l’Italia eleggeranno un numero di deputati proporzionale alla popolazione e potranno esprimere da 1 a 3 preferenze osservando la differenza di genere. Le liste ammesse alla competizione elettorale sono 18, ma 3 di esse si presentano solo in alcune Circoscrizioni. La Circoscrizione centrale – Lazio, Toscana, Umbria, Marche – ha diritto a 15 seggi.

L’immigrazione nei programmi per le elezioni europee

Movimento 5 Stelle

Partito Democratico

  • Riforma del regolamento di Dublino secondo il principio che chi arriva in Italia arriva in Europa, creando un sistema europeo imperniato sui principi di solidarietà, equa ripartizione, tutela dei diritti, che sanzioni i Paesi che non fanno la loro parte. Gestione comune delle frontiere europee; definizione di vie legali della migrazione e politiche di integrazione a partire dal rafforzamento del Fondo Asilo Migrazione e Integrazione.
  • Un’Europa leader mondiale della cooperazione allo sviluppo, raggiungendo l’obiettivo dello 0,7% del Pil. Piano europeo di investimenti per costruire un nuovo partenariato Europa-Africa che punti allo sviluppo sostenibile e coinvolga Stati, società civile e imprese.
    http://europa.partitodemocratico.it/wp-content/uploads/2019/04/programma_corto_PD_Europa_2019-1.pdf

Lega

 Forza Italia

  • Riforma del regolamento di Dublino per definire un sistema efficace e solidale basato su redistribuzione dei richiedenti asilo, rimpatrio di chi non ha diritto di rimanere, contrasto all’immigrazione irregolare.
  • Un nuovo “Piano Marshall” per l’Africa stanziando miliardi di euro per infrastrutture, formazione e sviluppo economico. L’Italia capofila delle politiche europee nel Mediterraneo sull’immigrazione ma anche in campo energetico, logistico, infrastrutturale ed economico.
    https://italiasvegliati.it/

 Fratelli d’Italia

  • Contrasto all’immigrazione irregolare e difesa dei confini, creando un blocco navale europeo per fermare barconi e trafficanti. Incremento dei rimpatri tramite accordi tra Ue e Paesi terzi, definizione di quote di immigrazione solo per nazionalità che hanno dimostrato di sapersi integrare e non ledere la sicurezza. Espulsione di stranieri che non hanno mezzi di sussistenza. Tetto massimo di alunni stranieri nelle scuole, con attività di integrazione. Prima gli Italiani nell’accesso a servizi sociali, case, asili nido. Pensione sociale a chi ha pagato contributi per almeno 15 anni.
  • No allo ius soli in Europa. No al Global Compact dell’Onu. Contro nuove forme di neocolonialismo, finanziamento di progetti di sviluppo in Africa sostituendo il Franco francese africano con un CFA europeo.
    https://www.fratelli-italia.it/programma-europee/

La Sinistra

  • No alla militarizzazione della Ue (Frontex e Pesc); cancellazione dei provvedimenti che impediscono il soccorso in mare e criminalizzano le Ong. Accelerazione dei processi di asilo e dei programmi di reinsediamento e ricongiungimento familiare; condanna delle violazioni unilaterali da parte degli Stati membri che rifiutano di applicare tali programmi.
  • Libertà di movimento e canali regolari di ingresso per lavoro e per richiedenti asilo. Introduzione dello ius soli. Godimento di diritti pensionistici, anche nei Paesi d’origine, a fronte dei contributi versati.
    http://www.sinistraeuropea.eu/index.php/manifesto/

+Europa 

  • Revisione del regolamento di Dublino tenendo conto delle esigenze umanitarie e familiari dei richiedenti e nell’ambito di un’equa redistribuzione tra Stati. Introduzione a livello europeo di canali legali di ingresso dei migranti per motivi di lavoro e aumento dei corridoi umanitari, garantendo mobilità interna.
  • Superamento della legge Bossi-Fini e dell’attuale legislazione in materia di immigrazione. Definizione di meccanismi diversificati di ingresso, anche con permessi di soggiorno temporaneo, reintroducendo il sistema dello sponsor; regolarizzazione degli stranieri già presenti sul territorio che dimostrino la disponibilità in Italia di un’attività lavorativa o di formazione o l’esistenza di legami familiari, sul modello spagnolo del “radicamento”. Riaffermazione del modello Sprar e investimenti in funzione dell’integrazione. Introduzione dello ius culturae.
    https://piueuropa.eu/programma/

 Quale Europa nei programmi per le elezioni europee

 Movimento 5 Stelle
Un’Europa con meno privilegi e più strumenti di democrazia diretta, come il referendum consultivo con voto elettronico. Riduzione di stipendi e pensioni degli eurodeputati.

 Partito Democratico
Riforma dell’UE in funzione di politiche volte a promuovere giustizia sociale, gestire i flussi migratori, garantire sicurezza, con un mercato unico più connesso alle politiche sociali, fiscali e della concorrenza. Riforma costituzionale della Ue. Creare il Fondo Europeo per la Pace per le comuni operazioni di pace e la cooperazione in materia di sicurezza.

 Lega
Un’Europa che salvaguardi le sovranità dei singoli Stati membri e le loro identità nazionali. Abbandono della moneta unica, concependo una Comunità Economica sulla base degli interessi commerciali. Ritorno al Trattato di Maastrict tradito dalle burocrazie di questi anni.

 Forza Italia
Un’Europa che recuperi il progetto dei padri fondatori, basato sui valori universali di libertà e dignità, e affermi la sua centralità nel mondo. Più poteri al Parlamento e maggiore collaborazione in politica estera anche per arginare la potenza cinese.

 Fratelli d’Italia
Superamento della Ue verso una Confederazione europea di Stati nazionali capaci di cooperare su sicurezza, mercato unico, immigrazione, politica estera, ma liberi di autodeterminarsi su materie nazionali. Riconoscimento esplicito delle radici classiche e cristiane dell’Europa, contro l’islamizzazione in atto; capitale europea: Roma o Atene.

 La Sinistra
Rifondazione di un’Europa sui principi di democrazia, giustizia sociale, redistribuzione della ricchezza, pace; superamento delle politiche neoliberiste. Ampliamento dei poteri del Parlamento a scapito del Consiglio e della Commissione. Rottura degli accordi con Paesi che violano i diritti umani.

 +Europa
Creazione degli Stati Uniti d’Europa: federazione unica e esercito europeo. Affermazione della piena libertà di movimento di persone, merci e capitali, come motore di sviluppo economico, sociale e culturale.

 Liste ammesse e gruppo nel Parlamento Europeo

Liste ammesseGruppo politico europeo
Movimento 5 Stelle (M5S)Europa della Libertà e della Democrazia Diretta (EFDD), insieme all’Ukip inglese, ZiviZid in Croazia e altri
Partito Democratico (PD)Alleanza Progressista  dei Socialisti e dei Democratici (S&D), insieme a Partito Socialdemocratico tedesco, Partito Socialista francese e spagnolo, Partito Laburista e altri
Lega – Salvini Premier (L-SP)Europa delle nazioni e delle Libertà (ENF), insieme al Rassemblement National di Marine Le Pen, Alternative für Deutschland e altre forze sovraniste
Forza Italia (FI)Gruppo del Partito Popolare Europeo (PPE), insieme a CDU tedesca, Partito popolare spagnolo (PP) e altri
Fratelli d’Italia (FdI)Conservatori e Riformisti Europei (ECR), insieme ai nazionalisti polacchi di Diritto e Giustizia, Partito Popolare danese e altri
La Sinistra (LS)Sinistra Unitaria Europea/Sinistra Verde Nordica (GUE/NGL), insieme a Podemos in Spagna, Sinistra Radicale in Grecia (Syrisa) e altri
+Europa – Italia in comune – PDEAlleanza dei Liberali e Democratici per l’Europa (ALDE), insieme ai Ciudadanos in Spagna, Partito Liberale Democratico Tedesco e altri
Europa Verde (EV)Verdi Europei – Alleanza Libera Europea (Verdi/ALE)
Südtiroler Volkspartei (SVP)Gruppo del Partito Popolare Europeo (PPE)
Il Popolo della Famiglia – Alternativa Popolare (PdF-AP)Gruppo del Partito Popolare Europeo (PPE)
Partito Comunista (PC)Iniziativa dei Partiti Comunisti e Operai d’Europa (CWPE)
Casa Pound-Destre Unite (CpI-DU)Alleanza Europea dei Movimenti Nazionali (AENM)
Forza Nuova (FN)Alleanza per la Pace e la Libertà (APF)
Popolari per l’Italia (PPI) Gruppo del Partito Popolare Europeo (PPE)
Partito Pirata (PP)Partito Pirata Europeo (PPEU)
Popolo Partite IVA (PPA)nessuno
Partito Animalista (PAI)Animal Politics Eu (APEU)
Autonomie per l’EuropaAlleanza Libera Europea (EFA)

 

Luciana Scarcia
(29 Aprile 2019)

 Leggi anche:
Elezioni europee: come votano gli stranieri
#WevoteUe porta al seggio i cittadini immigrati in Ue
Piuculture: dove va la politica europea sull’immigrazione