Coumba ed il suo “Ceebu jen”, una ricetta che unisce

Un passato difficile alle spalle e un’irrefrenabile forza per guardare sempre avanti. Coumba è una giovane mauritana di 25 anni, che insieme ad altri 18 ragazzi migranti, fa parte della formidabile squadra di cuochi, formata grazie al progetto “In Cammino..Catering Migranti”. 

Coumba insieme agli altri cuochi del progetto "In Cammino, Catering Migrante"
Coumba insieme agli altri cuochi del progetto “In Cammino, Catering Migrante”

Coumba e la passione per la cucina

“Quando avevo 12 anni mia madre si ammalò ed io iniziai ad aiutarla con le faccende di casa. Da quel momento ho imparato a cucinare” spiega Coumba, riportando alla memoria ricordi del passato. La passione per l’arte culinaria non l’ha mai abbandonata, e l’ha portata con sé dalla lontana Mauritania fino in Italia, dove solo due anni fa è arrivata sola, spaesata e con una nuova vita tutta da iniziare.

Il suo italiano è ancora da perfezionare, ma riesce ad esprimersi pienamente attraverso la delicatezza dei piatti che prepara, a cui dedica cura e precisione. “Quando sono qui mi sento felice” racconta, poi fa una lunga pausa “sono contenta che alla gente piaccia quello che ho cucinato per loro”.

Passando per i fornelli di “Gustamundo ”, il ristorante etnico che ha accolto e raccontato le storie di tantissimi migranti, è approdata in questo progetto di Catering per imparare la cucina italiana e coltivare l’ambizione che la spinge a migliorare ogni giorno di più: “Il mio sogno è quello di imparare le ricette di questo paese e lavorare come cuoca in un grande ristorante italiano” ha detto sorridendo timidamente.

Coumba ai fornelli di Gustamundo
Coumba ai fornelli di Gustamundo

Ricordi di un passato difficile

Estremamente sensibile, non riesce a trattenere le lacrime pensando ai suoi piccoli in Mauritania: “mi ricordo di loro quando cucino. In Italia non penso ad altro che alla mia famiglia, non li vedo da ormai 3 anni”.
Tutto ha avuto inizio quando, a causa delle condizioni di salute fisica di sua madre, Coumba si trova costretta a cercare un impiego: “Mi hanno offerto un lavoro in una grande casa. Lì cucinavo, pulivo e servivo, facevo un po’ di tutto” ha spiegato, “Non potevo mai vedere i bambini, non potevo uscire e nessuno mi ha mai pagato. Così sono dovuta scappare, dovevo andare lontano, dove non importava, la situazione che stavo vivendo mi dava troppa sofferenza”.
Ad oggi Coumba è ospite in uno SPRAR a Ponte Lungo, dove ha conosciuto i progetti di cucina che l’hanno aiutata a realizzarsi: “In Italia mi sento libera, anche di poter camminare per strada da sola, in Mauritania mi era vietato. Quando sono arrivata qui lepersone mi hanno aiutata tanto, e grazie a loro ho potuto avere i documenti. E poi ho iniziato a lavorare”.

Un “Ceebu jen” a tavola per unire le persone

Il piatto preferito di Coumba è il Ceebu Jen, una ricetta a base di riso, verdure e pesce. È originario del Senegal, precisamente di Saint Louis, ma è ormai diventato tradizione anche nelle zone marittime della Mauritania. Coumba ha deciso di seguire la ricetta popolare della città senegalese, prendendo spunto da una famosa cuoca della zona, che vanta il miglior Ceebu Jen di tutto il paese.“Il Ceebu Jen viene cucinato durante le feste, soprattutto durante i matrimoni” spiega, “a casa mia lo mangiamo sempre, perché abbiamo tanto pesce”.
In Africa il pasto è un momento solenne che si può trascorrere con gli amici e soprattutto con la propria famiglia. Coumba ama cucinare per gli altri, e lo fa sempre con passione e devozione. Ciò che ama di più a tavola è proprio la condivisione: è l’unico ingrediente essenziale, capace di saziare ogni anima.
Francesca Mahmoud Alam
(29 ottobre 2018)

La Ricetta del Ceebu Jen

– Olio
– Sale
– Peperoncino (opzionale)
– Pesce fresco
– Cipolla
– Peperoni
– Concentrato di pomodoro
– Carote
– Melanzane
– Igname africano
– Riso
Preparazione
Fai scaldare l’olio in una pentola e quando raggiunge la temperatura, far soffriggere la cipolla e un po’ di peperone tritato. Quando la cipolla diventa d’orata aggiungere un po’ di concentrato di pomodoro diluito con l’acqua ed un pizzico di sale. Dopo cinque minuti, aggiungere le carote. Attendere altri dieci minuti e buttare anche le melanzane e igname. Dopo aver lavato con cura il pesce fresco, metterlo a cottura insieme alle altre verdure. Aggiungere infine un pizzico di peperoncino.
Una volta cotto, mettere le verdure ed il pesce a parte in un contenitore, e far cuocere il riso dentro la salsa di pomodoro. Girare di volta in volta il riso e lasciarlo cuocere per 15 minuti. Il Ceebu jen è pronto, servire in tavola il riso con pesce e verdure di contorno.
Leggi anche: