Showroom IILA: la moda come ponte fra culture

Ogni anno l’IILA promuove lo Showroom IILA, un evento per esaltare la creatività latino-americana nella moda in un incontro tra tecniche tradizionali e gusto moderno. L’esperienza, coadiuvata da Esperanza Anzola, Ino Mantilla e Maurizio Passeri è ormai giunta alla sua nona edizione.

Da sinistra: L. Ruvalcaba, I. Mantilla, Lina Medina, R.M. Gala, N.G. Luca
Foto: Piuculture

L’evento

In contemporanea con l’apertura di Alta Moda, lo scorso 4 luglio a Roma, nella sala Amintore Fanfani, ha avuto luogo lo showroom IILA, in cui hanno sfilato due brand rispettivamente messicano e colombiano: Huichola e Swimwear. Hanno partecipato anche i giovani stilisti Emanuele Corrado, Chiara Vilardo e Maria Francesca Miccichè che hanno presentato alcuni capi, mentre la chiusura della sfilata è stato scelto un abito del celebre couturier Romano Mario Gala.

Foto: IILA

Huichola, il concept di Laura Ruvalcaba

Huichola nasce da un team di artigiani diretti da Laura Ruvalcaba. “Ho voluto rappresentare tramite la moda la nostra identità territoriale. I capi sono realizzati con differenti tecniche, tutte a mano, per narrare frammenti di vita e leggende mistiche” sostiene Ruvalcaba. I colori accesi e gli abiti freschi e leggeri hanno destato l’ammirazione di tutto il pubblico presente. Il nome viene dagli huicholes, i nativi americani del Messico, ma è stato declinato al femminile dalla creatrice del brand. Un forte heritage culturale dunque, portato avanti da una donna determinata che dalla Sierra Madre Occidentale ha fatto conoscere, in Italia e in Europa, le sue creazioni. “Per questo non mi piace pensarlo come un semplice brand: è qualcosa di più grande, che affonda le sua radici nella nostra cultura” dice ancora la sua fondatrice.

Foto: IILA

Lina Medina e il suo Swimwear

A rappresentare la Colombia è stato invece il marchio Swimwear di Lina Medina. I costumi da bagno erano accompagnati da accessori realizzati con una palma tipica del territorio, l’intento è far trasparire tutta l’atmosfera e l’amore delle località tropicali. “Chi guarda le mie creazioni deve fare un bagno di amore e fede per ammirarli e coglierne l’energia” spiega Lina Medina.

Un ponte tra culture, tradizioni e innovazioni

Tutti i capi che hanno sfilato allo Showroom IILA rappresentano non solo un omaggio ai Paesi d’origine, ma anche un ponte tra culture latino-americana e italiana. Le tecniche artigianali di realizzazione dei capi si mescolano con colori e forme moderni. Immedesimarsi nell’atmosfera latino-americana è facile di fronte a simili creazioni. Inoltre, un tipo di produzione di questo tipo si dimostra sicuramente attento all’ambiente e alla salvaguardia del patrimonio naturale del pianeta. Per questo l’IILA sostiene iniziative come quella di Lina Medina e Laura Ruvalcaba, in visione di un loro futuro empowerment economico e all’insegna, naturalmente, dell’incrocio tra due culture così lontane ma comunque ricche di scambi.

Giulia Maiorana
(8 luglio 2019)

Leggi anche:

Creatività e avanguardia latinoamericana allo Show Room Party – IILA

Moda: il giro del mondo in 5 cambi d’abito

Fibre Filippine Fashion Show: la moda sostenibile che viene da lontano