Rete penelope: scoprire i servizi sociali a Roma

violeta“Ogni centro Penelope ha un nome: noi siamo Penelope II perché siamo all’interno del Municipio II e ci occupiamo di intermediazione lavorativa”. Così Isabella Cardigliano introduce la struttura di cui è responsabile per la cooperativa sociale San Saturnino onlus, situata in viale Regina Margherita 145 a Roma. Si tratta di uno dei nove centri informativi che orientano gratuitamente i cittadini sui servizi socialiculturali e sanitari presenti a Roma. Tutti i centri sono autofinanziati dalla cooperative sociali attraverso il progetto Rete Penelope, promosso dalle cooperative sociali aderenti a Città visibile onlus.

Sebbene il servizio sia rivolto a tutti i cittadini, indipendentemente dalla nazionalità, l’utenza del centro informativo Penelope II è formata prevalentemente da stranieri. “Negli anni il nostro mandato si è qualificato sempre di più verso i cittadini migranti” prosegue Cardigliano “Si rivolgono a noi per avere informazioni su diversi servizi sociali: dalla creazione del curriculum vitae, al rinnovo del permesso di soggiorno”. Gli operatori si occupano di garantire il collegamento con le realtà del territorio: “Attraverso una consulenza di base cerchiamo di capire le esigenze della persona per indirizzarla verso le strutture specializzate”. L’esperienza nel campo dell’assistenza familiare rende Penelope II un punto di riferimento per chi è in cerca di un lavoro fisso come badante.

Per la ricerca capillare delle informazioni il progetto Penelope ha sviluppato due portali informativi, consultati e aggiornati dagli operatori. Uno comprende la mappatura di tutte le risorse formali e informali del territorio, l’altro registra le domande e i tipi di bisogno degli utenti, così da monitorare esigenze e servizi erogati attraverso relazioni statistiche trimestrali. “Le richieste che arrivano sono tante” conclude Cardigliano “Circa 600 contatti l’anno solo nel Municipio II”.

Centro informativo Penelope II

Indirizzo: viale Regina Margherita 145 a Roma

Orari:

  • lunedì, mercoledì e venerdì dalle 9:30 alle 12:30

  • martedì e giovedì dalle 15:30 alle 18:30.

Come accedere: il servizio è gratuito, si viene ricevuti solo tramite appuntamento telefonando allo 06.8540928

 Violeta Ciobanu

 (7 luglio 2015)

Leggi anche: