logo-grande-300x236

Piuculture: due progetti in partenza con l’Otto per Mille della Chiesa Valdese

FacebookTwitterGoogle+Condividi

logo-grandeAl via nei prossimi mesi due progetti firmati Piuculture e destinati ai migranti del Municipio II. Per la prima volta, infatti, quest’anno l’Associazione potrà contare non solo sulle proprie risorse volontarie, ma anche su un finanziamento stanziato dalla Chiesa Valdese, che ogni anno destina l’Otto per Mille dei cittadini ad attività sociali, di promozione culturale e di assistenza alle fasce più deboli della popolazione. Nel 2013 la Chiesa Valdese ha infatti  finanziato più di 900 progetti nazionali e internazionali; quest’anno, secondo gli ultimi dati diffusi, i progetti sostenuti saranno 697 in Italia e 456 all’estero.

È soprattutto grazie a questo prezioso sostegno che Piuculture potrà finalmente dare vita ad Infomigranti ed Approdi. Entrambi focalizzati sul territorio del Municipio II, una “piccola città” che conta 174.200 residenti di cui circa 22.798 stranieri, le risorse saranno destinate all’integrazione di adulti e bambini, attraverso i due canali in cui l’Associazione lavora fin dalla sua fondazione: l’informazione e la scuola. Fondamentale sarà dunque l’apporto del giornale online e delle sue risorse, così come dell’attività costante all’interno delle scuole del territorio, in cui Piuculture opera attivamente ormai da anni con corsi di supporto all’apprendimento dell’italiano per i  bambini stranieri.

“I due progetti finanziati dalla chiesa valdese rappresentano per la nostra associazione da un lato il riconoscimento della serietà del lavoro fino ad ora svolto sia nella scuola che nel mondo della comunicazione, dall’altro una sfida per il futuro, perché ci consentiranno di sperimentare nuove opportunità di impegno nella costruzione di un territorio sempre più ‘accogliente’ “, ha dichiarato Amalia Ghisani, Presidente di Piuculture.

Quello che si propone l’Associazione, infatti, è un impegno che corre parallelamente su due binari: quello del giornale e quello della scuola. Se il primo proporrà infatti un percorso di orientamento e formazione giornalistica a giovani stranieri e una mappatura dettagliata dei servizi destinati ai migranti – dall’assistenza legale a quella sanitaria, dalle scuole ai servizi sociali – la seconda potrà venire direttamente incontro alle necessità dei bambini e delle loro famiglie. Un’assistenza linguistica a 360° durante tutto l’anno sarà infatti integrata da un centro estivo modulato sulla base di quello realizzato lo scorso giugno, Tarallandia: un’occasione di socializzazione ed apprendimento per i bambini lontano da compiti ed orari, e un supporto pratico (e gratuito) per le famiglie cui appoggiarsi nei mesi estivi.

L’entusiasmo dei volontari è tanto, e tanta è la voglia di raccogliere la sfida e dimostrare di essere all’altezza delle aspettative: “Che i progetti presentati da Piuculture abbiano avuto la fiducia di un’istituzione come la Chiesa Valdese è per me fonte di orgoglio e emozione” dichiara la Direttrice del giornale Nicoletta del Pesco, “un riconoscimento della validità della scelta di operare, fin dal 2008, a fianco e per i molti stranieri che vivono nel territorio.  L’Associazione e la redazione, rafforzati,  non deluderanno la fiducia riposta.”

Veronica Adriani

(16 ottobre 2014)

Leggi anche…

Piuculture: online il nuovo sito dell’Associazione

Piuculture: quando i redattori si trasformano in pr

MedFilmFest: la premiazione della giuria Piuculture

Quando il giornalismo racconta il territorio: tre anni di Piuculture

Il 2013 di Piuculture: per il 2014 avanti tutta