Dialogo interreligioso

Arte islamica, come un quadro di Malevic

“Dopo l’11 settembre 2001 non si è mai discusso così tanto dell’Islam, ma ora è fondamentale passare dalla conoscenza alla comprensione”. Ma cosa sia l’arte per l’Islam risulta davvero complicato...

Nel segno del plenilunio, confronto con l’universo buddhista

“Il buddhismo non ha una divinità creatrice e non essendoci risposte valide su di essa o sull’eternità, non le cerca, la conoscenza ci sarà data ma prima di allora c’è il silenzio della vita...

Mese della cultura bosniaca: il dialogo interreligioso

“Il fatto che noi bosniaci abbiamo la multiculturalità nel sangue mi fa credere che ce la faremo”. Con la lettura di frammenti tratti dal libro “Il nostro viaggio” di Enisa Bukvic si è aperto...

Le donne si (s)coprono come vogliono

“La libertà non è a senso unico”, dice Fedouà ventottenne marocchina a Roma da vent’anni “i paesi occidentali emarginano le donne velate e hanno un atteggiamento che crea strani paradossi..."

Circoncisione in Italia? … proposte e riflessioni di alcuni protagonisti

Nella nomenclatura medica del sistema sanitario l’operazione per circoncisione non figura: un medico allo stato attuale non può fare questa prescrizione medica per ragioni culturali. Solo per ragioni di salute

Induismo in Italia: antidogmatismo non ricambiato?

...negli stessi giorni in cui si poteva siglare l’intesa con noi induisti, le Chiese cristiane hanno siglato la loro, pressoché identica. Perché la nostra e quella buddista continuano a giacere in Parlamento?

Un network per i giovani europei musulmani

Vengono da Italia, Francia, Gran Bretagna, Belgio, Germania e Svezia; ed hanno origini marocchine, tunisine, somale, irachene, iraniane, pachistane, indiane e israeliane.  Sono i giovani che hanno dato vita al Network per una Nuova generazione...

Svelando l’ultimo iftar (con l’occhio di Aziz)

Per l'Islam è l’anno 1432 ...e fin qui ... cambia solo il profeta a partir dal quale far scattare la clessidra... Eppure se fosse solo così i musulmani sarebbero nell’anno 1389

Ramadan: “In Italia è meglio”

Nei pressi del mercato antistante la moschea, mentre “zoppico” alla ricerca di interviste, ostacolato da microfono e cuffie che possono intimorire, Omar e Zakaria iniziano a mediare per me, anche in arabo.

Capire piazza Tahrir

Stando da questa parte del Mediterraneo, ben prima delle rivolte, era difficile non notare due cose. Uno: il fermento politico...Due: questo fermento viaggiava e si rodava, da anni, anzitutto in rete